a


Don’t _miss

Wire Festival

 

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Nullam blandit hendrerit faucibus turpis dui.

<We_can_help/>

What are you looking for?

>>Edicola Attiva

Edicola attiva

Idee in movimento

 

 

PROGETTO/ PROPOSTA “Edicola Attiva” a cura del comitato giornalai di Roma iscritti a Nòva/AssoConsumatori  –

  • Progetto realizzato 2017/2018
  • Progetto da realizzare 2018

Premessa: Nòva/ AssoConsumatori è un’associazione di promozione sociale con finalità di tutela e promozione degli interessi dei cittadini consumatori, utenti risparmiatori e contribuenti per una migliore qualità della vita.

La differenza con altre organizzazioni di consumatori consiste nel fatto che non agisce solo sulle anomalie e discrepanze del mercato e delle leggi bensì effettua azioni propositive per raggiungere il suo fine principale

 

Il comitato ” edicola attiva “ parte da queste premesse generali per proporre un rinnovato utilizzo delle edicole e dell’attività del giornalaio.

 

Proposta: L’edicola è un riferimento base  per ogni quartiere in primo luogo per l’attività culturale che sarà sempre insostituibile per la distribuzione della carta stampata anche nell’era digitale ma è anche un presidio per le informazioni, un punto di aggregazione  e conoscenza per gli abitanti della zona e un riferimento per la sicurezza del quartiere:riferito a Roma, per questo si richiede la collaborazione dell’Amministrazione Comunale ed in particolare dell’Assessorato al Commercio e degli Assessorati interessati all’ampliamento delle attività e finalità.

Le serrande delle edicole possono essere dipinte dagli artisti della street-art, il suolo  in concessione allargato e circoscritto in modo che possa essere inserito qualche tavolo o sedie per iniziative culturali o promozionali, punto di informazione con portale video per turisti e romani, vendita di biglietti Atac, Contral musei e di innovazione con wi-fi gratuito, istallazione di schermi multilingue, realizzazione di spazi espositivi, offerta di nuovi servizi come spedizione e ricezione di documenti, istallazione di ricarica per le auto elettriche ect: ) il tutto per diventare punto di aggregazione sociale.

Consentire che oltre il 50% di libri riviste e giornali altro 50% possa essere riferito alla vendita di mappe oggetti per i turisti con riguardo a riferimenti italiani e all’artigianato italiano.

Fissare un elenco comunale tipo Albo con inserimento di nominativi che possono diventare proprietari gestori e collaboratori  anche con un corso obbligatorio annuale di aggiornamento.

Possibilità di poter effettuare offerta di caffè e bevande non alcoliche ad edicole poste in situazioni strategiche per la città senza trasformarle in una succursale di camion bar.

 

Nei rapporti con il Comune e nell’intervento dei Vigili Urbani le contestazioni possono essere definite tranne, in casi particolari, con una mediazione (Comune/ Nòva-AssoConsumatori) da proporre entro 15 giorni dalla notifica.

Il Comune è il primo interlocutore e attore per l’applicazione della direttiva europea così detta “bolkestein” ed in particolare per la gestione dell’attuazione e il rilascio di occupazione suolo pubblico che riguarderanno tutte le autorizzazioni esistenti: bisogna fare in modo che si abbia la massima considerazione per il ruolo che si svolge nel tessuto sociale e, conseguentemente riconoscere alla categoria alcune prerogative atte ad inserirla tra quelle “speciali”.

Per il Comune di Roma sono state già individuate le priorità “concessione suolo, eventuali parcheggi riservati, contenzioso multe in mediazione ect.” e si richiede un’estensione per eventi, quali le domeniche ecologiche, con l’invito a diffondere e far conoscere l’iniziativa: occorre questo per posizionare l’edicola, come sostenuto al centro con il tessuto sociale cittadino per tutte le comunicazioni riguardanti l’Amministrazione Comunale.

Questa forma di collaborazione oltre a far diventare l’edicola un centro di riferimento per i cittadini punta al riconoscimento di un ruolo primario della categoria a livello di amministrazione comunale.

L’edicola come affermato da un noto giornalista, deve continuare ad essere ogni mattina”il breviario laico del cittadino”.

Un invito e un impegno sarà quello di poter far finanziare le modifiche e l’innovazione con un “credito speciale”.

“l’edicola attiva “ vista anche l’ubicazione in posizione strategica deve essere vista anche come riferimento per tutti gli organi e le associazioni che combattono il degrado della città e devono considerarla la base, anche operativa, per la loro attività.

Al Comune di Roma e alla Regione Lazio si richiede di attivarsi per iniziative che la Regione Lombardia ha già messo in atto: con apposito bando è stato finanziato con il 70% a fondo perduto fino ad un massimo di € 10000,00 per interventi non inferiori ai 2000,00€, per rifacimento vetrine arredi e chioschi, acquisto di PC e tecnologie per servizi digitali,edicola Meganews, spese di adeguamento campo energetico, costi per la formazione del personale, organizzazione di eventi e con l’ampliamento di funzione dell’edicola con la vendita di prodotti diversi da quella editoriale purchè l’attività prevalente rimanga quella di quotidiani e periodici.

Ricordiamo che a titolo esemplificativo che una edicola pilota in base a quanto proposto è quella del titolare, n/s socio Alessandro Ferri in via dell’Aeronautica,  quartiere Eur che, pur nel caos delle vigenti leggi a disposizione ha cercato di proporre un esempio di “edicola attiva” per il futuro.

In armonia con le recenti disposizioni legislative e recependo le legittime esigenze della cittadinanza interessata, l’edicola potrebbe diventare un punto di accesso alla disabilità con abbattimento delle barriere architettoniche quali gradini e sopraelevamenti e potrebbe configurarsi quale “sportello” per percorsi accessibili di viabilità e recettività.

L’edicola Ferri ha ottenuto il 1° premio “Fontane di Roma” con la motivazione di “edicola innovativa”.

Nòva Assicurazioni a.p.s. supporterà tutte le iniziative per l’attuazione del progetto su indicato.

 

 

Nòva/Asso-Consumatori           Comitato “Edicola Attiva”